Crea sito
Breaking News
Home / Cattanews / NOI SIAMO IL CARLO 2.0

NOI SIAMO IL CARLO 2.0

Il Carlo 2.0 è il fantastico giornalino online del nostro liceo. Creato da Andrea Joly, è diventato con il tempo non solo un modo per accumulare ore di scuola lavoro ma anche un ottimo luogo dove conoscere nuove persone e coltivare la propria passione per la scrittura. Per partecipare, comunque, non bisogna necessariamente scrivere un articolo, ma si può dare una mano nella gestione della pagina Instagram, nella realizzazione del volantone e la pubblicazione sul sito del giornalino.

Nel corso degli anni l’adesione è diminuita, per cui con questo articolo vogliamo descrivervi i lati positivi di questo “posto sicuro”.

Sofia 3A:

Fin dal mio primo anno al Cattaneo, partecipare al giornalino mi ha aiutata ad ambientarmi nella scuola, a fare nuove conoscenze e a migliorare la mia abilità di scrittura, anche se ho ancora molta strada da fare. Poter far parte del Carlo 2.0 è un’esperienza davvero interessante. Io ho sempre scritto ma mi concentravo soprattutto sulla narrativa, quindi poter farlo in una maniera differente mi ha aperto diverse porte.

Inoltre, ho avuto la possibilità di collaborare, insieme al mio collega Nicolò, alle modifiche del volantone, ovvero la prima pagina cartacea mensile del nostro giornalino, distribuita alle classi alla pubblicazione dei nuovi articoli.

Nicolò, 3B:

Fin dalla prima provavo il forte desiderio di unirmi alla redazione, ma per ben due anni ho rimandato pensando “Ma sì, posso tranquillamente farlo l’anno prossimo”. A ottobre, invece, con la necessità di raccogliere ore per PCTO, mi sono fatto coraggio e sono diventato parte del Carlo. Ho imparato più cose sulla scrittura, mi sono divertito tantissimo e ho conosciuto nuove persone molto simili a me, come la mia collega del volantone Sofia. E’ un’esperienza che consiglio a tutti, perché ognuno può mostrare in modo personale i propri interessi e capacità.

Giulia, 3A:

Io sono una delle “veterane” del giornalino; ne faccio parte dalla prima e sono sempre rimasta, insieme a due mie compagne. Sono entrata per passione, ho sempre amato scrivere e soprattutto scrivere articoli di attualità. Mi piacerebbe diventare una reporter e fare in modo che il mondo possa conoscere lo sconosciuto, culture e usanze diverse che vale la pena scoprire. Inoltre, dall’anno scorso mi occupo di aggiornare il sito e pubblicare gli articoli: ciò mi ha realmente insegnato come gestire un sito online ed ho imparato diversi trucchetti.

Sarebbe decisamente un peccato lasciare che questa istituzione del Cattaneo cada nel dimenticatoio, è una fonte di ricchezza per tutti dato che qui si raccolgono opinioni diverse aperte al dialogo. Io continuerò a farne parte, a girare per le classi con il volantone e ad aggiornare il sito, rimanendo “fedele” a questa piccola grande famiglia.

Laura, 3A:

Ho iniziato puramente per caso, in prima. Non ero certa di continuare ma mi sono resa conto di essere stata catapultata in qualcosa di meraviglioso, un universo a parte all’interno della nostra scuola: sicuramente non vorrò separarmene i prossimi anni! Dal totale di alunni equivalente a tre classi siamo passati al numero di componenti di una squadra di calcio. Oggi siamo quasi una famiglia! Non facciamo svanire questo microcosmo creato con tanta passione e, soprattutto, non vediamo il giornalino solo come duro lavoro: espande gli orizzonti e, personalmente, riconosco di essere diventata leggermente più estroversa. Senza dimenticare l’aiuto fornito dalle prof! Non è come seguire una normale lezione di italiano, ma loro sono indispensabili e, indirettamente, ci aiutano nella correzione della nostra bellissima lingua.

Simone, 5Q:

Per me il desiderio di entrare nella redazione è stato un colpo di fulmine. Infatti , nei primi due anni ero in succursale e sentivo questa realtà un po’ lontana da me: a volte leggevo qualche articolo, ma non avrei mai pensato che un giorno mi sarei unito.

Poi sono stato smistato e sono passato dall’ambiente tranquillo della succursale a quello più caotico in sede.  Qui ho frequentato con la mia nuova classe un corso di scrittura giornalistica, che mi ha appassionato per le sue frasi ad effetto e l’efficacia con cui si riusciva a trasmettere un certo messaggio.

Perciò, dopo qualche riflessione, ho deciso di entrare nel giornalino durante il quarto anno. Ciò che mi ha colpito da subito è stata la forte unione all’interno del gruppo, la chiarezza comunicativa tra di noi e la creatività delle idee per gli articoli.

Ma il Carlo 2.o rappresenta soprattutto l’anima della scuola e il mezzo con cui ogni studente può condividere le proprie passioni con gli altri, tramite un articolo o con un post su Instagram. Infatti , non è importante solo saper scrivere bene, ma anche condividere dei temi o degli avvenimenti che poi diventino motivo di dibattito come nelle altre testate giornalistiche.

Quindi spero che abbiate apprezzato l’attività del giornalino anche durante questo periodo più difficile e che in succursale venga valorizzato in futuro un po’ meglio. Ma ciò che vorrei di più è che tornassero tante persone come nel mio primo giorno, in modo che il Carlo 2.0 sia considerato di più e non rimanga nell’ombra.

Lorenzo, 4D:

Inizialmente anche io, come credo molti di voi, ero un po’ perplesso all’idea di un giornalino scolastico.

Mi sono unito alla redazione all’inizio di quest’anno e, a dir la verità inizialmente solo per completare le ore di alternanza scuola-lavoro che ancora restavano, prendendo tutto molto alla leggera, anche perché non mi consideravo uno scrittore “all’altezza” di un giornalino con un pubblico così vasto.

Col passare del tempo, però, mi sono appassionato sempre di più alla scrittura e al giornalino in tutte le sue sfaccettature. Credo che questo mio cambiamento di prospettiva sia stato possibile grazie al coinvolgimento da parte di tutti i membri della redazione, che mi hanno permesso di crescere come “giornalista”, ma anche come persona.

La redazione

Leggi anche

OPEN DAY: SPETTACOLI ED ESPERIMENTI

l 19 gennaio si è svolto l'open day qui al Catta e i futuri studenti hanno avuto la possibilità di visitare la nostra scuola, fra laboratori e scenette divertenti. Le attività proposte erano molte...

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com