Crea sito
Breaking News
Home / evenTO / Il frammento di ghiaccio che fa discutere

Il frammento di ghiaccio che fa discutere

Diciamolo pure, visto da fuori non è la costruzione più bella di Torino. Con questa forma tozza e squadrata non è un gran bel vedere, ma appena si entra dentro si cambia subito idea. Si entra in un grande spazio luminoso e si accede all’auditorium sospeso, che può assumere ben tre diverse configurazioni: grazie a un sistema meccanizzato le poltrone ruotano su se stesse e scompaiono nel pavimento. Superando gli uffici, agli ultimi tre piani si trova una serra bioclimatica che regala una vista a 360° sulla città e la possibilità (in futuro) di prendersi un caffè a 150 m di altezza, immersi tra le tipiche piante mediterranee. Ma la vera particolarità del grattacielo è la natura ecosostenibile ottenuta grazie alla “doppia pelle” delle facciate est e ovest, costituita da lamelle mobili che regolano la temperatura attraverso sensori. Questi, al variare della temperatura esterna, fanno entrare il calore della luce solare dentro ad un’intercapedine tra le due pareti e permettono al grattacielo di restare isolato quando fuori fa freddo, evitando inutili sprechi energetici.

Il “frammento di ghiaccio” (nome attribuito dal Sanpaolo) è visitabile accompagnati da guide che gratuitamente vi porteranno alla scoperta del grattacielo progettato da Renzo Piano. Da vedere.

Alessia Ialeggio

Leggi anche

THE MAGIC BROTHERS… SI TORNA IN SCENA!

Abbiamo già incontrato e intervistato l'anno scorso l'illusionista Luca Bono e quest'anno siamo direttamente andati ad assistere al suo spettacolo, in collaborazione con l'attore-mago comico Francesco Scimemi - talento scoperto da Pippo Baudo negli anni '90 - e Sabrina Iannece.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com