Crea sito
Breaking News
Home / Cattanews / ANNO ALL’ESTERO… NE VALE LA PENA?

ANNO ALL’ESTERO… NE VALE LA PENA?

Tra rete, social, conferenze informative e pubblicità si possono trovare almeno mille buoni motivi per partire e andare a studiare all’estero.  Tutti cercheranno di convincerti che è la migliore scelta che tu possa prendere e che sarà la miglior esperienza della tua vita. Non qua! Questo è l’articolo perfetto per gli scettici: dopo quattro dei miei cinque mesi all’estero credo di esser pronto a spiegare perché non partire mai per un’esperienza del genere.

1 – È solo una gran perdita di tempo. Perderai interi mesi di scuola, lezioni sulla perifrastica passiva e la seconda legge della dinamica. Tempo che sprecherai passando ore e giorni a fare amicizia, scoprire nuovi posti, interfacciarti con culture diverse e esplorare un paese dall’altra parte del mondo. Ore sprecate a scoprire non studiando ma vivendo.

2 – Perderai molti amici e magari l’amore. Alcuni dei tuoi amici scompariranno come se la distanza impedisse ogni rapporto, sicuramente amici che forse hanno bisogno di rileggersi la definizione di quella parola: “amicizia”. Amori e amicizie basate solo sulla consuetudine e la routine crolleranno come un castello di carte mentre tu dall’altra parte del mondo le piangerai legando con Brasiliani, Norvegesi, Slovacchi, Belgi, Spagnoli, Messicani, Canadesi e si potrebbe andare avanti…

3 – Il cibo farà schifo. La pasta Barilla col ragù della nonna sarà sostituita dai maccaroni-cheese con una bella spolverata di cheddar, ma nel momento in cui Cracco scoppierebbe a piangere tu inizierai ad apprezzare le piccole cose e ad aprire la tua mente al mondo. Esporterai cultura sentendoti un piccolo Piero Angela e la carbonara fatta con il bacon la domenica sera ti sembrerà un piatto stellato.

4 – Spenderai un sacco di soldi. Butterai i soldi per fare whale-whatching, mangiare hawaiano, attraversare ponti sospesi, visitare parchi, musei, fare surf, hockey, pattinare e sciare su piste da sci che sia affacciano sull’oceano. Sprecherai i soldi per poter impazzire della gioia che si prova solo viaggiando, scoprendo, imparando e vivendo davvero. Brucerai i soldi sullo spiedo in riva all’oceano, circondato da persone provenienti da tre diversi continenti chiacchierando di quanto è bello il tramonto visto da quell’angolo di mondo.

Il Quinto motivo per cui non andare a studiare all’estero e anche il più ovvio, cambierai. Cambierai agli occhi degli altri perché finalmente sarai te stesso davvero. Nessun pregiudizio, nessuna aspettativa e un nuovo inizio risulteranno solo nel farti capire cosa vuol dire vivere, vivere davvero. Parti per imparare una lingua e scopri che hai imparato a vivere. Ti sentirai diverso, come non ti sei mai sentito prima: VIVO.

Andrea, 4Q

Leggi anche

ALMENO QUALCUNO HA FATTO “VACANZA”

È ormai terminata la settimana di febbraio dedicata ai viaggi studio programmati dalla scuola e con essa la possibilità, per almeno alcuni di noi del Catta, di prendesi una piccola pausa dalla sveglia alle sei del mattino e dai pomeriggi (che spesso diventano nottate) trascorsi a studiare per il giorno dopo

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com