Crea sito
Breaking News
Home / Attualità / Hai 18 anni? 500 euro!

Hai 18 anni? 500 euro!

“Per ogni euro speso in sicurezza deve esserci un euro in più investito in cultura”. Così Renzi ha presentato il pacchetto della legge di stabilità: 2 miliardi di euro, di cui circa 275 milioni ai 18enni, da spendere in cultura. Condizione: nazionalità di uno stato membro dell’Unione Europea e residenza in Italia.Il bonus economico verrà erogato sotto forma di card elettronica per gli acquisti. In attesa dell’istituzionalizzazione dell’agevolazione mediante apposita normativa, è prevedibile che sarà richiesto un rendiconto preciso: cominciate a conservare tutti gli scontrini, le ricevute o i biglietti. Infatti i 500 euro potrebbero essere spesi in biglietti per spettacoli cinematografici o teatrali, concerti, musei, libri, film o altre iniziative culturali. Non vi è ancora una totale certezza su come veramente potrà essere usata la card. Sicuramente però molte saranno le limitazioni e lo si può intuire da una dichiarazione del premier: “Se un 18enne vorrà comprare un libro di Vespa non potrà farlo.”.Questo messaggio lascia perplessi. Forse il premier tenta di tenere lontano dalle questioni politiche i giovani? Renzi ha paura di letture che denunciano il malcostume politico e i cosiddetti “giochi di palazzo”? Forse pensa ad un possibile paragone?Le critiche fioccano. Rete degli Studenti, l’insieme delle associazioni di studenti delle scuole superiori, attiva in ogni città, afferma che il provvedimento è discriminatorio, in un periodo della storia in cui, invece, è necessaria più che mai un’integrazione sociale.L’istruzione sembra non essere una delle priorità di investimento del governo:questo il pensiero di Udu, Unione degli universitari, che ha invece criticato la legge di stabilità poiché sono stati destinati solo 50 milioni di euro alle borse di studio, contro i 200 necessari.Le polemiche arrivano ovviamente anche dall’opposizione, che parla di vera e propria mancia elettorale. Contraria, eccetto Alfano, è tutta la destra, soprattutto quella berlusconiana, che la definisce una “disgustosa mancia elettorale per coloro che vanno a votare per la prima volta”. Per il Movimento 5 Stelle si tratta di “elemosina di regime” e “discriminazioni di stato”e lancia gli hashtag #IoNonMiVendo, #A18VotoM5S e #tienitiiltuobonus.

Roberto Califano 3°F

 

Leggi anche

Nellie Bly: una giornalista contro ogni convenzione

“Sono una donna che ha il coraggio, l’energia e l’indipendenza che caratterizzano molte donne in questa epoca”.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com