Crea sito
Breaking News
Home / Libri / Recensione “Una voce dal lago”

Recensione “Una voce dal lago”

Titolo: Una voce dal lago

Autore: Jennifer Donnelly

Editore: Mondadori

Numero di pagine: 325

Prezzo: 11 euro (nell’edizione economica di Oscar best sellers con copertina morbida e senza alette)

Genere: romanzo storico e di formazione

Di cosa parla: Nel 1906 Mattie ha sedici anni e vive nelle Adirondac Mountains, nello stato di New York ai confini con il Canada. La sua vita è completamente assorbita dagli impegni familiari: dalla morte della madre deve badare alla fattoria e alle sorelle.

Eppure frequenta ancora con passione la scuola e coltiva un sogno segreto: andare all’università e diventare scrittrice. Gli ostacoli sono di ogni tipo: non solo la mancanza di mezzi materiali, ma anche una certa attrazione per la tranquilla vita di moglie e madre che si profila all’orizzonte per lei e che tutti intorno a lei danno per scontata.

Sarà proprio la parola scritta, quella delle lettere di una sconosciuta affogata nel lago, a farle prendere la decisione finale: per metà libro ti crescerà l’ansia nel petto temendo e sperando che la decisione di Mattie sia quella giusta, e quando alla fine lo scoprirai, all’ultima riga dell’ultima pagina, ti uscirà il cervello dalle orecchie.

Può piacerti se: Ami leggere e scrivere. Hai amato “Piccole donne”. Ti affascinano i laghi del Nord America. Ti piacciono le storie di crescita e ricerca. Fai il tifo per i personaggi che vogliono un riscatto. Hai un profondo senso di giustizia. Ti appassioni.

Nessuno è perfetto: Anche se non esistono libri per maschi e libri per femmine, è altamente probabile che questo romanzo piaccia più alle ragazze che ai ragazzi, sia perché è più facile per una ragazza immedesimarsi nella protagonista, sia perché le tematiche fondamentali sono l’indipendenza delle donne e il ruolo della maternità nel determinarla od ostacolarla.

Com’è fatto: Il libro è abbastanza diffuso, quindi si trova facilmente sia in versione cartacea che elettronica. La copertina ha colori un po’ spenti ma è molto azzeccata… in ogni caso, appena si comincia a leggere, si dimentica la forma del libro e si viene letteralmente risucchiati dalla storia.

Chi l’ha scritto: Jennifer Donnelly è una scrittrice americana proveniente dallo stato di New York. “Una voce dal lago” (“A Northern Light”, nell’originale) è il suo romanzo più importante, e ha vinto numerosi premi. Ho avuto la fortuna di incontrare di persona la scrittrice lo scorso anno a Rimini, alla manifestazione Mare di Libri. Ha un viso e una postura molto fini e dolci. Poi comincia a parlare: in poche parole sviluppa un’ energia dirompente, che cattura la mente e riesce a ribaltare le certezze. Crede in quello che fa e guarda ogni persona negli occhi trasmettendo il messaggio: “Tu hai un potenziale infinito. Vai, sii ciò che desideri”.

Citazione: (Avviso: il libro è lungo. Anche la citazione è lunga.) “Può accadere talvolta che, guardando in un preciso momento e nella giusta luce qualcuno che non sa di essere osservato, si abbia una visione nitida di come sarà quella persona in futuro. Una volta vidi Beth alzare la testa udendo il richiamo di un coyote al tramonto. Spalancò gli occhi – in parte per la sorpresa, in parte per la paura – e in quell’istante capii che un giorno sarebbe diventata bellissima. Non soltanto carina, ma veramente bellissima. […] E proprio in quel momento vidi come sarebbe diventato Weaver. Lo vidi in un’aula di tribunale, tuonare rivolto verso la giuria, dominare i loro occhi e i loro orecchi, i loro cuori, le loro anime e le loro menti, infiammarli con la forza delle sue convinzioni, con la passione delle sue parole. Weaver non era ancora un uomo, era soltanto un ragazzo, alto e slanciato, che in quel momento strofinava una padella. Ma lo sarebbe diventato. Strofinare padelle era una cosa temporanea per Weaver Smith, non era il futuro.”

Francesca 3Q

 

Leggi anche

GENESIS

Genesis, il romanzo di fantascienza distopica di Bernard Beckett

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com