Crea sito
Breaking News
Home / Cinema e Serie TV / THOR: RAGNAROK

THOR: RAGNAROK

Il 25 Ottobre 2017 si è conclusa un altra  trilogia, questa volta di uno degli Avengers più amati (e più particolare) nella storia dei fumetti: Thor. Atteso per più di 4 anni, un cast eccezionale e un trailer molto intrigante hanno prodotto un film… deludente. Tutti i personaggi sono un po’ sopra le righe, forse un po’ lontani dal carattere che Stan Lee ha scelto per loro. Vediamo un Thor senza martello, un Hulk forse troppo loquace, un dottor Banner troppo spiritoso. Loki, il dio dell’inganno, crea piani prevedibili che Thor riesce a contrastare e, anzi, a prevedere senza difficoltà. Appare per la prima volta anche Hela, Dea della Morte, storica figlia di Loki ma che, in questo film, si rivela essere la primogenita di Odino e successivamente esiliata da lui stesso per la sua eccessiva ambizione. Un vero colpo al cuore per tutti quelli che leggono o conoscono i fumetti Marvel. Ma forse era proprio questa l’idea di Taika Waititi, il regista: staccarsi dalla storia originale per un film il cui scopo principale è far ridere il pubblico, dopo che The Dark World si è rivelato davvero “dark”. Ci è riuscito, perché il film suscita sicuramente molte risate, rendendo ridicole alcune caratteristiche dei personaggi. Ma ciò che stupisce davvero è il titolo: “Ragnarok”. Per tutti coloro che non sono esperti di mitologia norrena, il Ragnarok è la fine dei Nove Regni, con la conseguente uccisione di tutti gli Dei; la nave maledetta dal Regno dei Morti entrerà in porto ad Agard per annientarla, al timone Loki e sua figlia Hela.  Il Sole e la Luna verranno distrutti, Heimidallr e lo stesso Dio dell’Inganno si uccideranno a vicenda, il grosso lupo Fenrìr mangerà Odino,… una catastrofe, insomma. Per quanto, verso la fine del film, ci sia una lunga sequenza bellica, di certo non si sta parlando del Ragnarok norreno o di Stan Lee. Ma probabilmente l’attesissimo Avengers: Infinity War ha implicitamente impedito un finale di questo tipo. Nonostante Thor: Ragnarok sia molto diverso da qualsiasi altro film Marvel, troviamo anche qui le tipiche “sorprese” che ci lasciano a bocca aperta ogni volta: il cammeo e le due scene dopo i titoli di coda. Il cammeo, come sempre, è proprio di Stan Lee, che ci tiene molto ad apparire nei film insieme ai suoi personaggi fantastici; mentre le scene dopo i titoli di coda ci anticipano l’ultimo film dei Vendicatori che uscirà il 25 Aprile 2018. Dopo che anche questa trilogia si è conclusa, non ci resta che aspettare la gloriosa e epica battaglia finale tra Thanos e il resto dell’Universo in Avengers: Infinity War.

Ginevra 3°F

Leggi anche

 A un metro da te: ci si può innamorare senza mai sfiorarsi?

"Le cose belle ti fanno apprezzare la vita, le cose brutte te lainsegnano", forse è proprio questa la chiave del nuovo teen drama,uscito nelle sale il 21 marzo. I protagonisti sono Stella (Haley Lu Richardson) e Will (Cole Sprouse,celebre volto delle serie "Zack e Cody" e "Riverdale"): sono entrambi adolescenti affetti da fibrosi cistica,  ma hanno modiopposti di affrontare il dolore, e quindi la vita, che nascono peròdallo stesso bisogno, quello di allontanare la paura.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com