Crea sito
Breaking News
Home / Cattanews / Speciale elezioni del Consiglio d’Istituto: intervista alla LISTA 3

Speciale elezioni del Consiglio d’Istituto: intervista alla LISTA 3

Ecco l’intervista alla lista 3, la “Lista de Papel”, “Il lieto fine che stavate aspettando”. La capolista è Martina di 5G e la vicecapolista è Martina di 5Q.

Perché vi siete candidate come rappresentanti d’Istituto.

Martina 5G: “Ho deciso di candidarmi perché volevo partecipare alla vita politica della scuola, dato che frequentando la quinta mi sento molto coinvolta in questa realtà scolastica; inoltre vorrei cercare di migliorare alcuni aspetti che penso non funzionino ancora molto bene”.

Martina 5Q: “Io mi sono sempre sentita parte integrante della scuola. Inizialmente ho sempre snobbato l’idea di partecipare a una lista, anche perché molti pensano che farne parte sia soltanto un modo per avere più notorietà all’interno dell’Istituto. Ho deciso quindi di candidarmi in quinta –  quando ormai conta ben poco la popolarità – per poter essere attiva a livello scolastico e tentare di portare qualche miglioramento alla vita quotidiana dell’Istituto.

Quali sono le proposte della vostra lista?

Martina 5G: “I nostri progetti si suddividono in vari ambiti: prima di tutto, per quanto riguarda l’ambiente, in collaborazione con il progetto Cattambiente riusciremo a mettere in ogni aula i vari cestini della raccolta differenziata; sicuramente porteremo avanti il progetto Catta For Future; poi vorremmo collocare dei distributori dell’acqua in ogni piano, per ridurre l’uso della plastica e infine inseriremo delle borracce personalizzate tra i gadget del Cattaneo in vendita.

Abbiamo varie proposte per la beneficenza, ad esempio con il ricavato delle feste d’Istituto potremmo fare delle donazioni a diverse associazioni, come il WWF ed Emergency; inoltre, vorremmo sistemare degli scatoloni davanti all’atrio della sede e della succursale, dove si potranno lasciare vestiti usati oppure alimenti a lunga conservazione per chi ne ha necessità.

Invece, per quanto riguarda lo sport, vorremmo proporre la Molecup, creando anche una Commissione tifoserie. Ci piacerebbe introdurre un torneo di beach volley e organizzare le Cattaliadi. Si tratterebbe di una giornata sportiva durante la quale, divisi per annata, alcuni studenti scelti dai propri insegnanti di scienze motorie si recheranno al Palaruffini, dove si sfideranno in competizioni di atletica leggera. Per concludere, vorremmo anche organizzare un torneo di varie discipline (come basket e pallavolo) tra i ragazzi della sede e quelli della succursale.

In merito alle feste e agli altri eventi della scuola, abbiamo pensato di riproporre come gli altri anni il “Catta by night”, il PROM, e il formato 3+1 per le feste d’Istituto, ma con la novità di poterle organizzare in locali diversi rispetto alle feste precedenti, come il Life e il Club84. Inoltre, durante le vacanze di Natale vorremmo organizzare una giornata al palaghiaccio Tazzoli e a fine anno una pizzata all’interno del cortile della sede, invitando a partecipare studenti, professori e personale ATA. Infine, per la giornata di San Valentino, in collaborazione con una commissione creata apposta per questo tipo di eventi, potranno essere regalate delle rose: su un bigliettino verranno indicati il mittente – può essere anche anonimo – e un destinatario e poi la commissione si occuperà di raccogliere i bigliettini, comprare le rose e distribuirle.

Per quanto concerne gli eventi di carattere culturale, vorremmo riproporre il concorso fotografico, in collaborazione con il giornalino della scuola. Vorremmo inoltre organizzare diverse assemblee per l’orientamento in uscita, quindi, come l’anno scorso, universitari di varie Facoltà verranno a spiegare come funziona l’Università e a chiarire qualsiasi dubbio in merito. Inoltre, vorremmo introdurre un incontro con un professore che ci spieghi come funzionerà l’esame di Maturità 2020.

Sicuramente continueremo a portare avanti il progetto Libera. In più, per quanto riguarda la cogestione, quest’anno vorremmo organizzarla su due giorni: durante il primo giorno, come ogni anno, saranno organizzati vari laboratori, tenuti da persone esterne o interne alla scuola. Il secondo giorno sarà dedicato a scopi esclusivamente didattici: ci saranno corsi di recupero, in particolare per chi ha avuto delle materie insufficienti nel trimestre. Chi non ha avuto nessuna insufficienza potrà aderire ad altre attività didattiche di approfondimento, come film in lingua, dibattiti filosofici o di attualità. Ci siamo preoccupati di contattare WESTUDENTS, un’applicazione già proposta l’anno precedente, che permette di controllare il proprio rendimento scolastico, grazie alla quale si può creare una rete di comunicazione molto comoda e veloce tra gli studenti e i rappresentanti d’Istituto. Inoltre il team di WESTUDENTS si è offerto di aiutare i rappresentanti nell’organizzazione di varie assemblee durante la cogestione.

In conclusione, per avere una maggiore collaborazione con voi, pensavamo di proporre il PROPONICI TU: si tratta di una scatola collocata nell’atrio della sede e della succursale, in cui voi potrete inserire, anche in forma anonima, un biglietto, descrivendoci una problematica o suggerendoci un consiglio o indicandoci qualsiasi altra cosa vogliate”.

Come credete di migliorare il Cattaneo e quali cambiamenti credete che debbano essere apportati?

Martina di 5Q: “Innanzitutto vorremmo creare maggiore collaborazione tra i vari rappresentanti d’Istituto, in modo che i compiti vengano equamente distribuiti, così da poter lavorare al meglio. Inoltre vorremmo dare maggior ascolto agli studenti, assicurando loro maggior trasparenza, ad esempio attraverso PROPONICI TU o tramite i vari social.

Secondo voi che impressione diamo noi, come scuola, ai ragazzi che entrano in prima Liceo?

Martina di 5G: “Io faccio parte del progetto orientamento ormai da tre anni. Lo trovo molto utile, dato che i ragazzi più grandi aiutano gli studenti di prima a integrarsi al massimo all’interno del nostro Liceo, che ai loro occhi è un mondo totalmente nuovo. I tutor sono dei buoni intermediari tra i ragazzi che si devono ancora ambientare e i professori, che a volte, soprattutto all’inizio, si dimostrano severi. Per quanto riguarda l’organizzazione degli Open Day, penso che, essendo gestiti da noi studenti, diano una buona impressione del nostro Istituto: abbiamo infatti ricevuto molti riscontri positivi da numerosi genitori che hanno partecipato a queste giornate durante gli anni passati. Molti sono rimasti colpiti dalla preparazione assicurata dalla nostra scuola, ma anche dall’ambiente del nostro Istituto. Penso proprio che la gestione efficace dell’orientamento in ingresso sia uno dei punti di forza del Cattaneo”.

Elisa 3 B

Leggi anche

IL 2019-nCoV TRA PAURE E SPERANZE

È passato più di un mese dall'inizio dell'epidemia del nuovo coronavirus, il 2019-nCoV.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com