Crea sito
Breaking News
Home / Cinema e Serie TV / Il Ragazzo Invisibile: un supereroe normale

Il Ragazzo Invisibile: un supereroe normale

Il 4 Gennaio 2018, è arrivato nelle sale italiane il secondo capitolo di una storia fantastica: “Il ragazzo invisibile: seconda generazione”.
Michele Silenzi, con la sua invisibilità, si troverà ad affrontare un’altra avventura insieme, questa volta, alla sua vera famiglia.
Il film, sicuramente pieno di colpi di scena e diretto dal premio Oscar Gabriele Salvatores, non delude le aspettative. Il Ragazzo Invisibile è un supereroe molto particolare, molto diverso da quelli a cui siamo
abituati.
Non è Capitan America, un patriota dall’estremo senso della giustizia.
Non è Batman, un eroe senza macchia.
Non è Superman, un alieno che si è preso a cuore il bene dell’umanità.
È un ragazzo, come tanti altri, con i suoi problemi, le sue difficoltà e che ha fatto degli errori.
Non è grande e grosso, non è bello, non ha una vita perfetta, non è geniale, non è perfetto.
Proprio questo differenzia Michele Silenzi da uno Steve Rogers: il Ragazzo Invisibile può sbagliare. È una persona “normale”, che si lascia sopraffare dalle emozioni, da un falso amore materno, e non riesce a vedere ciò che in realtà Yelena (la madre) sta tramando. Forse era proprio questo l’intento di Salvatores, creare un supereroe che, alla fine, fosse come tutti noi.
Non un “milionario, playboy, filantropo”, ma un 16enne con un enorme peso sulle spalle.
È come se il regista ci stesse chiedendo: “Davvero solo gli adulti, le persone ricche, le persone famose, le persone perfette, possono essere dei supereroi? O anche un semplice ragazzo di provincia può salvare il mondo?”
Allora, quando saremo di fronte a un problema, a una scelta difficile, quando tutte le persone intorno a noi ci lasceranno sole, ricordiamoci che non solo Iron Man, ma anche un ragazzo “comune” può salvare il suo mondo.
Quando arriverà il momento di scegliere tra ciò che è giusto e ciò che è facile, pensiamo a Michele Silenzi, che va contro la sua famiglia per fare la scelta giusta.

Ginevra 3F

Leggi anche

 A un metro da te: ci si può innamorare senza mai sfiorarsi?

"Le cose belle ti fanno apprezzare la vita, le cose brutte te lainsegnano", forse è proprio questa la chiave del nuovo teen drama,uscito nelle sale il 21 marzo. I protagonisti sono Stella (Haley Lu Richardson) e Will (Cole Sprouse,celebre volto delle serie "Zack e Cody" e "Riverdale"): sono entrambi adolescenti affetti da fibrosi cistica,  ma hanno modiopposti di affrontare il dolore, e quindi la vita, che nascono peròdallo stesso bisogno, quello di allontanare la paura.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com