Crea sito
Breaking News
Home / Cattanews / QUARANT’ANNI E NON SENTIRLI

QUARANT’ANNI E NON SENTIRLI

Ebbene sì, la nostra scuola ha compiuto quarant’anni e nella serata del 17 dicembre è stata festeggiata a dovere nell’aula magna della sede! Sono molte le persone che sono intervenute per celebrare questa ricorrenza. Il nostro liceo è stata la seconda casa di molte generazioni di studenti ed è rimasto nel cuore a molti.

Senza dubbio ciò è stato possibile non solo perché è una scuola di qualità che prepara i ragazzi al mondo del lavoro con serietà, ma anche perché – come ha sostenuto l’ex studentessa Elisa Digo durante la serata – questo ambiente arricchisce ogni ragazzo di un enorme bagaglio culturale e insegna a instaurare relazioni solide e vere.

In occasione del quarantennale è doveroso ripercorrere alcune tappe della storia del Cattaneo:

Il nostro liceo è nato nel 1975 come liceo scientifico “Ottavo”, una piccola sede che comprendeva solamente tre corsi,  le sezioni A, B e C. Successivamente questa scuola è cresciuta e si è dotata di palestre e laboratori, fino a quando il 5 maggio 1978 è stata ribattezzata con il nome di “Liceo scientifico Carlo Cattaneo”.

Nel corso di questi anni il nostro liceo si è evoluto, per ampliare e arricchire l’offerta formativa, inserendo indirizzi diversi, come i corsi di bilinguismo francese e spagnolo che garantiscono una forte apertura internazionale, grazie alla possibilità di scambi culturali e stage. Per permetterci di  coltivare le nostre passioni, nel corso degli anni sono stati inseriti numerosi corsi extracurriculari, tra cui l’ECDL, la squadra di Matematica, il giornalino d’Istituto Il Carlo 2.0  e infine la Curvatura biomedica, molto apprezzata dalla già citata Elisa Digo, laureata proprio in ingegneria biomedica.

In occasione del quarantennale,il Dirigente scolastico, professor Giorgio Pidello, ha affermato che non dobbiamo accontentarci di questi risultati, ma dobbiamo impegnarci a far crescere ancora di più la nostra scuola, poiché, citando le parole dell’ex Preside Sabatino, “andare oltre i confini fa benissimo”.

All’interno di questa realtà convivono due culture distinte – quella umanistica e quella scientifica – che, per quanto diverse,  riescono ad avere un dialogo positivo, grazie anche alla presenza di docenti che insegnano  in molteplici indirizzi.

Durante la serata sono intervenuti numerosi ex allievi, tra i quali Francesco Daniele, Paolo Bottiglieri e Andrea Joly. Quest’ultimo ha scoperto la sua passione per il giornalismo proprio scrivendo sulle pagine del nostro giornalino e non a caso ora che collabora con La Stampa si occupa in qualità di esperto della nostra redazione!

Gli ex studenti ci hanno lasciato preziosi consigli per vivere al meglio il nostro percorso liceale e prepararci al mondo del lavoro con serenità. Sicuramente un messaggio significativo è che nella vita occorre una cultura sempre più ampia e una buona capacità critica, non basta accontentarsi del nozionismo. Il suggerimento è di vivere questi anni al liceo il più intensamente possibile, per formare appieno il nostro carattere,anche in ambiti differenti alla scuola.

Anche i nostri attuali rappresentanti d’Isituto e di Consulta sono intervenuti per esprimere il loro senso di appartenenza a questa scuola e la loro voglia di rappresentare al meglio questo grandioso liceo.

Rachele e Federico, 4S

Leggi anche

ALMENO QUALCUNO HA FATTO “VACANZA”

È ormai terminata la settimana di febbraio dedicata ai viaggi studio programmati dalla scuola e con essa la possibilità, per almeno alcuni di noi del Catta, di prendesi una piccola pausa dalla sveglia alle sei del mattino e dai pomeriggi (che spesso diventano nottate) trascorsi a studiare per il giorno dopo

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com