Crea sito
Breaking News
Home / Cultura / Mostra: “Odissee”

Mostra: “Odissee”

Cosa spinge e cosa ha spinto l’uomo a viaggiare? Da sempre l’uomo ha viaggiato, fino ai giorni nostri per necessità, curiosità, conquista o scoperta. In questo modo è stato possibile incontrare nuovi mondi e nuove culture che hanno contribuito ad ampliare le conoscenze dell’Umanità. La mostra “Odissee”, esposta a Palazzo Madama a Torino fino al 19 febbraio, racconta, attraverso diverse opere e cartine geografiche, alcuni viaggi fatti dall’uomo fin dai tempi più remoti. Odissea è una parola che indica un lungo séguito di peripezie, di casi avventurosi e anche di disgrazie; dunque contribuisce a descrivere una vita travagliata.  L’esposizione rappresenta un enorme viaggio che descrive il lungo cammino dell’Umanità ed è suddiviso in 12 sezioni: la Preistoria, i viaggi mitologici di Ulisse ed Enea, la Diaspora Ebraica, il costituirsi dell’Impero Romano, le cosiddette Invasioni Barbariche, l’espansione Islamica, le Crociate, i Pellegrinaggi, le Esplorazioni, le Colonizzazioni, l’emigrazione europea verso le Americhe, tra 1800 e 1900, e le migrazioni contemporanee. Ogni sezione viene presentata da una cartina geografica e da reperti storici significativi, come statue, urne funerarie, vasi, gioielli e quadri. Inoltre al centro della sala domina una piroga di panama che simboleggia il viaggio dell’uomo. Questa rassegna è un modo per far riflettere il visitatore: il nostro mondo si interroga in continuazione sul tema della migrazione, dello spostamento dei popoli, del confronto tra le persone e culture. Sappiamo che questi incontri non sono facili perché si ha timore del “nuovo”. Per integrarsi meglio in questo mondo che cambia in continuazione, è necessario accettare le differenze e quindi le trasformazioni di una cultura. Chiunque prima o poi si deve confrontare con l’altro, sia chi arriva in un nuovo Paese, sia chi vi risiede da tempo. Molto spesso le migrazioni generano guerre e violenze; tuttavia è anche per merito di questi scontri che nascono nuove società e culture, situazione molto ricorrente nella Storia dell’Uomo. La mostra si conclude con un’opera: uno specchio che rappresenta il profilo del bacino del Mediterraneo, realizzata da Michelangelo Pistoletto. L’artista vuole far riflettere gli spettatori sulle Migrazioni, tema molto sentito in Italia perché terra di approdo per molti immigrati. In questo modo il visitatore è invitato a specchiarsi e a riflettere, non solo fisicamente ma anche metaforicamente.

Giulia 3G

Leggi anche

CRONACHE DAL PASSATO – CICERONE ENTRA NELLA STORIA: LE CATILINARIE DIFENDONO LA REPUBBLICA

Sventata una cospirazione del politico Lucio Sergio Catilina grazie alle grandi orazioni di Marco Tullio Cicerone, le Catilinarie. Circa due mesi fa, l’8 novembre dell’anno 690 dalla fondazione di Roma, grazie alle orazioni del notissimo M. Tullio Cicerone, è stata resa nota una clamorosa macchinazione ordita da un ambizioso politico, Lucio Sergio Catilina.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com