Crea sito
Breaking News
Home / Cinema e Serie TV / MALEFICENT 2 – SIGNORA DEL MALE

MALEFICENT 2 – SIGNORA DEL MALE

Ennesimo spin-off di un grande classico della Disney, Maleficent 2 – Signora del Male, riesce ad aggiungere un ulteriore pezzo al puzzle della complicata relazione genitoriale fra Aurora e Malefica.

Cinque anni dopo la riunione dei “regni”, Aurora (Elle Fanning) è diventata la regina della Brughiera. Il principe Filippo (Harris Dickinson) chiede la sua mano e lei accetta, senza prima consultarsi con la madre. Malefica (Angelina Jolie) non è affatto d’accordo essendo nuovamente in conflitto con gli umani, ma la figlia è determinata a dimostrarle che il vero amore esiste e quindi la spinge ad incontrare a cena i genitori del principe al palazzo reale. L’incontro però non andrà esattamente come previsto, soprattutto a causa della regina Ingrid, madre del principe, e darà origine ad un violento conflitto.

Maleficent 1 era un remake e quindi obbligato da linee guida precise;  il sequel , invece, ha potuto sviluppare una trama molto più libera e questo aspetto è stato sfruttato dal regista Joachim Rønning, che si è concesso un’evoluzione della trama e un approfondimento di temi più attuali.

Un’ulteriore tematica che emerge da questo lungometraggio è la paura del diverso e la conseguente accettazione di esso, in quanto Malefica è appunto “esterna” alla realtà umana. Questione questa assai attuale rispetto alla quale viene espressa una chiara e precisa posizione: le nuove generazioni, simboleggiate da Aurora e Filippo, dovranno rinnovare e modificare la visione del mondo degli adulti di oggi, qui rappresentati da Malefica e Ingrid.

Il film, inoltre, grazie alla scenografia, agli effetti speciali e alla musica curati e azzeccati come in ogni live action, riesce a toccare moltissimi temi di spessore e a presentare una chiara posizione contro l’intolleranza.

In conclusione, Maleficent 2 ci mostra un esempio di un difficile rapporto madre/figlia. Aurora e Malefica dovranno reciprocamente donarsi lealtà e fiducia; inoltre, in queste due figure si possono rispecchiare tutte le famiglie moderne, seppur senza corna e senza ali.

Giulia, 3A

Leggi anche

“IL NOME DELLA ROSA” DIVENTA UNA SERIE TV

Inizierà lunedì 4 marzo la serie TV “Il nome della rosa” ,tratta dall'omonimo libro del premio nobel per la letteratura Umberto Eco. Andrà in onda su Rai Uno ogni lunedì per quattro serate. La trama prende spunto dal best seller del 1980 e dall'adattamento cinematografico del 1986, che aveva per  protagonista Sean Connery nella parte del monaco investigatore Guglielmo da Baskerville.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com