Crea sito
Breaking News
Home / evenTO / JUST THE WOMAN I AM

JUST THE WOMAN I AM

Anche quest’anno il 5 marzo le piazze auliche di Torino si sono colorate di rosa per l’edizione 2017 di ‘’Just The Woman I Am’’ . L’obiettivo ricorrente è la battaglia contro il cancro: si promuove la prevenzione, attraverso l’organizzazione di eventi sportivi, i benefici di una sana alimentazione e di uno stile di vita attivo, e , in particolare, la valorizzazione del ruolo femminile nella società. Come ricorda la Sindaca, ciò che non bisogna mai dimenticare di fare è “Fermarsi a riflettere sulle questioni di genere e la violenza sulle donne’’. A dar colore alla giornata è stato un fitto programma di eventi in piazza San Carlo, non solo sportivi: è stata allestita nelle piazze una vera e propria palestra a cielo aperto, con varie lezioni, tra cui quelle di fitness, danza, difesa personale e parkour, con grande riguardo alle attività per i bambini, come trucca bimbi, animazione, tanta musica e divertimento. Il Cus di Torino ha scelto di puntare l’attenzione sulle discipline sportive più significative per le donne, in particolare la sezione Lotta ha eseguito dimostrazioni di difesa personale, mentre quella di Canoa e Canottaggio ha illustrato i vantaggi di questi sport a livello preventivo e post intervento per il mantenimento e il recupero della muscolatura. Non sono mancati gli spettacoli circensi, che, presso la struttura allestita per l’occasione, hanno portato in scena colorate esibizioni a tema tra equilibristi, trapezi e nastri vertiginosi. Il circuito è stato lievemente allungato: al tour di piazza Castello, piazza Vittorio e piazza Carlo Felice si è aggiunto un passaggio ai Giardini Reali. Uomini, donne e bambini hanno corso e camminato insieme durante questa giornata dedicata all’8 marzo. Il riscaldamento è cominciato alle 10 del mattino con l’ appoggio di varie associazioni sportive e dei ricercatori. Le quattro testimonial ufficiali sono state la martellista azzurra Silvia Salis, la paraolimpica Giusy Versace, la velocista francese Ayodele Ikuesan e la psicologa Francesca CenciIl. Durante l’evento, l’Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino hanno presentato al pubblico le proprie attività di formazione e ricerca universitaria attraverso la voce dei ricercatori organizzando l’incontro e il confronto con gli esperti. Il ricavato è stato appunto adibito alla ricerca della cura per il cancro.

 

Mila Malizia, 1A

Leggi anche

ELLIOT ERWITT: L’UMANITÀ IN 170 SCATTI

«La comunicazione oggi è molto veloce e non si ferma. C’è bisogno di qualcuno che arresti lo sguardo su qualcosa e ti dica “guarda questo”».         Una delle frasi che più si addice ad  Elliott Erwitt è questa perché in fondo è proprio il suo compito: far apprezzare quegli aspetti, quei particolari che molte persone non riescono a percepire.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com