Crea sito
Breaking News
Home / Cattanews / IL CATTA : IERI E OGGI.

IL CATTA : IERI E OGGI.

Ebbene sì, nonostante nel corso del tempo nella mente di ogni studente sia balenata almeno una volta l’idea di eliminare il Catta, il nostro amato liceo il 6 Dicembre compie quarant’anni. Per l’occasione abbiamo deciso di scoprire qual è la sua vera importanza nella vita di tre cattaneini. Abbiamo scelto di intervistare la primina Alessia e di sottoporre le stesse domande anche a due ex studenti, Sergio (a.s. 2012/2018) e Francesco (a.s. 2004/2009).

Che impatto ha avuto l’esperienza al Cattaneo sulla tua vita?

La new entry ritiene che l’impatto sia positivo, nonostante la moltitudine di studio e compiti; le serve ancora tempo per ambientarsi, adattarsi (e ricredersi).

Sergio considera il liceo come una seconda casa, un luogo dove ha creato legami importanti e ha subito una trasformazione (un po’ come tutti).

Francesco la considera una tappa fondamentale della sua vita: al Catta ha conosciuto amici che gli stanno accanto ancora oggi, nonostante l’Università e gli impegni; ha imparato a convivere con persone diverse, esperienza importante soprattutto nel mondo del lavoro.

La ritieni una scelta valida? Perché? La consiglieresti?

Alessia non si pente delle sue scelte e continuerebbe imperterrita a scegliere il Catta, anzi addirittura lo consiglierebbe, in quanto, sebbene il tempo passato sia poco, ha già capito la validità di questo liceo.

Anche Sergio, a fronte delle prime lezioni universitarie, ha appurato il valore dell’istruzione della sua scuola superiore e la consiglia anche per la sua capacità di formazione culturale e umana negli anni  dell’adolescenza.

Idem per Francesco, che l’ha consigliata anche alle sue sorelle minori.

Le tue aspettative sono state soddisfatte?

I sogni e le aspettative di Alessia non sono stati infranti, anzi già conosceva a cosa sarebbe andata incontro e immaginava le numerose difficoltà del percorso.

Sergio è uscito dal Catta con un buon livello di soddisfazione: anche se nulla è perfetto, non puoi comunque sederti sugli allori, devi studiare, faticare, sputare sangue, ma il Catta ti regala esperienza, formazione e gioie (poche!).

Francesco ritiene soddisfatte la maggior parte delle sue aspettative: nonostante tutto lo risceglierebbe altre mille volte, perché oggi si sente un adulto preparato e maturo.

E voi? Come avreste risposto? Fateci sapere la vostra opinione scrivendo in DM a @ilcarlo2.0.

Cecilia & Gaia, 3° N

Leggi anche

ALMENO QUALCUNO HA FATTO “VACANZA”

È ormai terminata la settimana di febbraio dedicata ai viaggi studio programmati dalla scuola e con essa la possibilità, per almeno alcuni di noi del Catta, di prendesi una piccola pausa dalla sveglia alle sei del mattino e dai pomeriggi (che spesso diventano nottate) trascorsi a studiare per il giorno dopo

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com