Crea sito
Breaking News
Home / Attualità / 3 giorni di avventure per 100 giovani parlamentari

3 giorni di avventure per 100 giovani parlamentari

Qual è il futuro degli esseri umani? E’ questa la domanda che è stata posta a cento ragazzi dai 16 ai 19 anni di molti licei, istituti tecnici e professionali, di Torino e provincia. Sono stati sette i ragazzi del Cattaneo selezionati per partecipare a questo interessante dibattito nell’ambito di un progetto europeo dedicato ai temi caldi di scienza e ricerca. Gli studenti sono stati suddivisi in cinque Commissioni tematiche il cui compito era confrontarsi sui seguenti temi: il cervello umano; vivere e mangiare sano; l’evoluzione della riproduzione umana; cellule staminali; esseri umani potenziati.

L’iniziativa è stata realizzata da Agorà Scienza, in collaborazione anche con la Consulta regionale europea del Consiglio regionale del Piemonte, rappresentata in occasione della seduta plenaria conclusiva dalla vicepresidente dell’Assemblea con delega specifica.

I partecipanti si sono preparerai al dibattito parlamentare presso il Centro direzionale di Intesa Sanpaolo, grazie alle lezioni di politici, autorevoli esperti dei vari campi specifici di ricerca e alla guida dei tutor con l’obiettivo di formulare le loro proposte per rispondere ad alcune importanti sfide sociali del prossimo futuro. Importante è stata la lectio magistralis “Come dialogano ricerca e diritto. Una lezione sull’etica nella ricerca, nella politica e nell’informazione”, riguardante il delicato equilibrio tra il progresso scientifico-tecnologico e il rispetto di valori, leggi e diritti delle comunità in cui viviamo.

I tre giorni di lavori si sono conclusi con la seduta parlamentare l’8 aprile presso il Consiglio regionale del Piemonte, con i lavori  moderati dal giornalista Fabio Lepore, ai quali hanno preso parte anche gli assessori regionali alla Sanità e alle Pari Opportunità. Ancora una volta, dai vari interventi, è emerso come politica e media, cittadini e ricercatori, giochino un ruolo ugualmente importante in questa complessa dinamica: il concetto di responsabilità coinvolge tutti e diventa per questo decisivo.

L’iniziativa nel suo complesso, ha coinvolto per la seconda edizione circa 1.600 studenti di tutta Europa che hanno preso parte tra gennaio e aprile 2016, ai sedici Parlamenti di Studenti ospitati da altrettante città europee. Sei delegati per ogni Parlamento locale avranno la possibilità di partecipare all’evento finale: il Parlamento Europeo di Studenti che si svolgerà a Manchester dal 24 al 28 luglio 2016 durante Esof 2016 – EuroScience Open Forum, il meeting biennale dedicato alla ricerca e all’innovazione scientifica.

Questo evento è la prova definitiva che dimostra che se ai giovani viene data la possibilità, essi mostreranno con entusiasmo e dedizione la volontà di partecipare a progetti di dibattito e il desiderio di una partecipazione attiva alla costruzione di una società che progredisca nel campo delle biotecnologie ed al contempo tenga in considerazione i valori dell’Etica e della Bioetica, strettamente correlata alla vita professionale ed individuale, soprattutto in questo periodo storico.

Il Parlamento è stato dunque un ottimo luogo per entrare in contatto con persone con cui confrontarsi, riflettere su tematiche di interesse comune e approfondire argomenti attuali per poter essere cittadini consapevoli.

Dire che il Futuro degli esseri umani è una questione che riguarda tutti noi ed è uno dei pilastri portanti del senso civico individuale è un eufemismo, tuttavia non una banalità: la conoscenza, la formulazione di opinioni ed il dibattito filosofico e non, sono alla base dell’evoluzione dell’uomo.

Alice Calligaro

Leggi anche

Nellie Bly: una giornalista contro ogni convenzione

“Sono una donna che ha il coraggio, l’energia e l’indipendenza che caratterizzano molte donne in questa epoca”.

Powered by themekiller.com anime4online.com animextoon.com apk4phone.com tengag.com moviekillers.com